Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Contattaci

GLI OLI ESSENZIALI: I PROFUMI DEL BENESSERE.

GLI OLI ESSENZIALI: I PROFUMI DEL BENESSERE.
0 21 Maggio 2019

Quando sbucciamo un’arancia, sfreghiamo tra le dita un rametto di rosmarino o passeggiamo in un roseto siamo tutti consapevoli del particolare profumo della pianta. Questo profumo è dovuto agli oli essenziali che conferiscono una specifica aromaticità alle piante: sono presenti in bassissime percentuali, basti pensare che per ottenere 1 kg di essenza di lavanda occorrono 100 kg di pianta, e non tutte le piante li contengono. Gli oli essenziali sono sostanze organiche volatili, non oleose, presenti in alcune parti della pianta come fiori, resina, corteccia, radici, semi, foglie e frutti. Vengono estratti per distillazione in corrente di vapore o per mezzo di procedimenti meccanici di pressatura. L’utilizzo delle essenze a scopo alimentare, cosmetico, profumiero, rituale e terapeutico si perde nella notte dei tempi e, oltre ad essere antichissimo, è presente in ogni civiltà. Le proprietà fisiche, cioè la volatilità e la diffusibilità, degli oli essenziali vengono classificate in una  scala di note alta, media e bassa.  Gli oli essenziali con nota alta dominante evaporano più rapidamente e il loro profumo, percepito immediatamente, ha generalmente proprietà stimolanti. Viceversa, quelli a nota bassa hanno aroma più duraturo e manifestano proprietà rilassanti. L’uso degli oli essenziali per il benessere del corpo e della psiche è una vera e propria disciplina medica chiamata Aromaterapia. Questa studia le proprietà aromatiche delle piante e impiega gli oli essenziali a scopo terapeutico: la parola può essere fuorviante poiché suggerisce l’idea di un trattamento esclusivamente limitato alle emozioni attraverso l’olfatto. In realtà gli oli essenziali possiedono una composizione peculiare di sostanze in grado di interagire con la chimica del nostro organismo sviluppando un’azione farmacologica e fisiologica oltre che psicologica. L’uso degli oli essenziali deve avere delle precauzioni: per via orale vanno assunti solo su indicazione medica, opportunamente diluiti, poiché irritanti la mucosa gastrica, e sempre a bassi dosaggi, in quanto ad alti dosaggi sono tossici. Inoltre le loro caratteristiche fotosensibilizzanti ne limitano l’impiego cutaneo con l’esposizione al sole.  Gli oli essenziali rimangono i rimedi di eccellenza per le problematiche cutanee, muscolari, articolari e respiratorie grazie alla loro azione antisettica, fungicida, cicatrizzante, deodorante, antiparassitaria, stimolante linfatica, tonica circolatoria, espettorante, antispasmodica e balsamica. Gli oli essenziali di sintesi o natural-identico non presentano le proprietà terapeutiche degli oli essenziali naturali.

Uno degli oli essenziali più noti, versatile e utilizzato al mondo è il Tea Tree Oil o olio essenziale di Malaleuca alternifolia, pianta della famiglia delle Mirtacee originaria dell’Australia. Per le sue proprietà antibatteriche, antimicotiche e antivirali viene impiegato come antisettico delle piccole ferite e punture d’insetto, contro le micosi ungueali e nelle candidosi, per il trattamento di verruche e di herpes labiale, per debellare la pediculosi e come insettifugo, per il trattamento di acne e affezioni del cuoio capelluto. Il Tea Tree Oil può essere considerato il “re dell’Aromaterapia”, un olio essenziale prezioso ed indispensabile proprio grazie alle sue molteplici proprietà e i grandi benefici per la salute. 

Condividi:
Postato in Notizie, Senza categoria da La Pimpinella

Leave a Comment